ISSN - International Standard Serial Number


International Standard Serial Number - ISSN

ISSN è l'acronimo di "International Standard Serial Number" o Numero Internazionale Normalizzato delle Pubblicazioni in Serie.

Identifica periodici, riviste, giornali, annuari, collane monografiche e tutte le altre tipologie di pubblicazioni in serie.

Il Centro Italiano ISSN di Roma è il riferimento per le riviste pubblicate in Italia. Ogni rivista deve effettuare la propria registrazione.

La presenza di un ISSN è criterio discriminante sull'ammissibilità di un prodotto ai fini della valutazione della ricerca (D.M. 8/2010, Art. 5, Comma 1: Sono presi in considerazione per la valutazione dei Panel: a) articoli su riviste, limitatamente a quelle dotate di ISSN […]).

Un seriale pubblicato su supporti fisici differenti (carta, online) richiede ISSN differenti. Sarà pertanto necessario presentare richieste distinte per ciascun supporto.

Per le pubblicazioni On-Demand non si deve richiedere l’ISSN (https://bice.cnr.it/centro-italiano-issn/informazioni)

Il rilascio del codice ISSN è un servizio a pagamento, ed ha un costo pari a € 30,50 (€ 25,00 + IVA 22%] per ciascuna richiesta.

Per maggiorni informazioni, visita i seguenti link:

Criteri per la richiesta di un ISSN

Vedi: https://bice.cnr.it/bice-rim/23-cataloghi-repository/75-richiesta-codice-issn

L’ISSN è assegnato al titolo di una pubblicazione in serie, che diventa "titolo-chiave” al momento dell’attribuzione del codice. Quindi, cambiamenti di editore, luogo di pubblicazione e periodicità non comporteranno variazioni del codice ISSN assegnato.

Al contrario, il cambiamento del titolo, nuove sezioni, sottoserie o supplementi, richiederanno l’assegnazione di un nuovo codice ISSN.

Supporti differenti (carta o online) di uno stesso seriale saranno richiedono differenti ISSN (solitamente denominato e-ISSN per l’online).


[dal sito bice]: Per poter identificare correttamente una pubblicazione in serie devono essere riscontrabili su di essa i seguenti dati bibliografici identificativi:

  • titolo identificativo del periodico o della collana, costante in tutte le uscite;

  • luogo di pubblicazione (sede dell’editore);

  • denominazione di editore o di responsabile intellettuale;

  • data di pubblicazione;

  • periodicità o cadenza di aggiornamento, oppure indicazione della numerazione in sequenza, o datazione progressiva delle singole uscite.

I dati devono essere riscontrabili sulla pubblicazione effettiva (quella per il cui titolo viene richiesto il codice ISSN), e non soltanto sulle componenti editoriali aggiuntive come sovracoperta, fascetta o fogli/locandine pubblicitarie, cartonato, busta, ecc. Si segnala, inoltre, che specifiche "Indicazioni obbligatorie sugli stampati" per le pubblicazioni periodiche sono previste nella L. 47, 08 febbraio 1948, art. 2.


Prima di richiedere il codice controllare che il prodotto editoriale rientri fra le tipologie a cui si applica l’ISSN.


La comunicazione al richiedente del codice ISSN assegnato avverrà con messaggio di posta elettronica inviato dal Centro ISSN entro venti giorni lavorativi dalla ricezione della richiesta (corretta e completa in ogni sua parte), e previa verifica della sussistenza dei requisiti formali e sostanziali necessari.


Per le sole pubblicazioni online di imminente pubblicazione (link sito bice)

[Risposta bice alla email del 15/06/21)]

Il codice ISSN può identificare pubblicazioni seriali online solo quando esse presentino tutte le seguenti caratteristiche bibliografiche/editoriali:

  • Pubblicazione effettiva del seriale (deve risultare pubblicato e consultabile - alla URL indicata dal richiedente - almeno il primo numero/la prima uscita). La pubblicazione NON deve apparire già corredata da codici identificativi (ISSN, a barre).

  • Nel caso il seriale sia un periodico con finalità di studio o scientifiche (anche allo scopo di poter censire nella directory ROAD dei seriali scientifici open access, curata dal Centro internazionale ISSN e patrocinata dall'UNESCO):

        1. si considera pubblicato un numero - in sé concluso e non aperto ad ulteriori aggiornamenti, formalmente identificabile e citabile grazie alla propria numerazione e datazione - che contenga al suo interno non meno di cinque articoli, esclusi eventuali editoriali, premesse, prefazioni, indici, abstracts, poster, piano dell’opera, bibliografia, eventi, ecc.;

        2. non si considerano come primo numero/prima uscita effettivamente pubblicati eventuali uscite di prova (p.e.: numero zero; anno zero numero uno; anno uno numero zero; numeri in bozza/prova/draft; sample issues; fascicoli di natura monografica - anche contenenti atti di convegni, seminari, ecc. - la cui numerazione non rientri nella sequenza numerica generale dei fascicoli del periodico; ecc.).

  • Contenuto intellettuale trattato editorialmente (testo scritto) (sono esclusi, ad esempio, i siti web contenenti solo link o solo raccolte di testi estratti da altri siti web senza alcuna revisione editoriale).

  • Dati bibliografici identificativi che devono essere rintracciabili sulla pubblicazione:

      • titolo identificativo del periodico o della collana, costante in tutte le uscite;

      • luogo di pubblicazione (città sede dell’editore o del responsabile intellettuale, con indirizzo postale completo);

      • denominazione di editore o di responsabile intellettuale;

      • data di pubblicazione;

      • periodicità o cadenza di aggiornamento, oppure indicazione di numerazione in sequenza, o datazione progressiva delle singole uscite.


Per le pubblicazioni cartacee

L'assegnazione avviene a fronte della presentazione della fotocopia della pagina del titolo della pubblicazione e di quella contenente i dati editoriali e amministrativi (colophon), possibilmente del primo numero o, comunque, di un numero recente [procedura e moduli].

Richieste urgenti di attribuzione del codice, effettuate prima della pubblicazione del primo numero del seriale (preassegnazioni), possono essere soddisfatte solo quando l'uscita sia imminente (entro due mesi).

L'attribuzione del codice ISSN avverrà in via provvisoria, e sarà convalidata dopo il ricevimento di un esemplare del primo numero [procedura e moduli].

Registrazione presso la cancelleria del Tribunale

Obbligatorietà

L'obbligo di registrazione di una pubblicazione periodica presso il tribunale sussiste esclusivamente per le pubblicazioni cartacee così come previsto dalla Legge 1948 n. 47.

La registrazione in tribunale delle pubblicazioni periodiche che hanno una diffusione esclusivamente on-line è obbligatoria per le sole attività per le quali i prestatori dei servizi intendano avvalersi delle provvidenze in favore dell'editoria previste dalla legge 7 marzo 2001, n. 62, ai sensi dell'ultimo comma dell'art. 7 del D. L. n. 70/2003.

Nel caso si ritenga opportuno realizzare una versione a stampa della rivista per procedere al deposito legale e per sfruttare anche il canale di distribuzione tradizionale sarà obbligatorio registrare il periodico in tribunale.


FAQ

Le seguenti FAQ sono riprese dal sito ufficiale del CNR

  • Se una rivista, che possiede un e-ISSN, ha la possibilità di un Print on demand, deve avere anche un ISSN per supporto cartaceo ?

NO, il codice ISSN non sii applica per pubblicazioni on demand (https://bice.cnr.it/centro-italiano-issn/informazioni)

  • In quali tipologie editoriali non si applica l’ISSN?

Vedi tutte le informazioni in https://bice.cnr.it/centro-italiano-issn/informazioni

  • L’ISSN è obbligatorio?

In Italia l'identificazione di un seriale tramite codice ISSN non è requisito di legge per la pubblicazione, tuttavia la presenza di un ISSN è criterio discriminante sull'ammissibilità di un prodotto ai fini della valutazione della ricerca (D.M. 8/2010, Art. 5 – Comma 1).

  • E' necessario l'ISSN per il fascicolo di una pubblicazione?

No, l'ISSN identifica la pubblicazione nella sua totalità; esso viene cambiato solo nel caso in cui vi sia un mutamento nel titolo della pubblicazione in serie.

  • Dove e come viene stampato l'ISSN?

Nelle pubblicazioni in serie a stampa l'ISSN compare preferibilmente nell'angolo superiore destro della copertina. Il numero deve essere sempre preceduto dalla sigla ISSN.

Altre corrette collocazioni sono: la pagina editoriale, la pagina del copyright, e le note editoriali.

Se la pubblicazione in serie è registrata su supporto non cartaceo, l'ISSN comparirà possibilmente su una fonte interna quale ad es. la schermata del titolo o l'home page. Altre collocazioni consigliate per questi formati sono le fonti esterne quali le intestazioni delle microfiches; le etichette delle cassette o dei dischi, etc. Nel caso di pubblicazioni accompagnate da (o contenute in) cartonato o fascette pubblicitarie, copertine, custodie, buste o altri involucri esterni di qualsiasi tipo il codice ISSN deve essere stampato sul fascicolo/numero della pubblicazione effettiva; la stampa del codice soltanto sul materiale esterno di accompagnamento - destinato per sua natura ad una rapida eliminazione - non è sufficiente a garantire l'identificazione della pubblicazione.

Nel caso in cui un medesimo seriale venga pubblicato su differenti supporti fisici (per esempio: versione a stampa e versione online) è opportuno pubblicare su ciascuna versione ogni ISSN assegnato per identificare i diversi supporti fisici, aggiungendo il termine descrittivo appropriato per distinguerli.

Ad esempio:

ISSN 1562-6865 (Online) ISSN 1063-7710 (Print), oppure

Pubblicazione online: ISSN 1562-6865 Pubblicazione a stampa: ISSN 1063-7710

  • Quando è necessario un nuovo codice ISSN?

Quando il seriale cambia titolo (o introduce nuove sezioni, serie o supplementi) o cambia tipologia di supporto (print o online).